E’ REATO PERMANENTE NON MANTENERE I FIGLI

In tema di reati contro la famiglia, con sentenza n. 37090/2019 la Corte di Cassazione rammenta che il reato di cui all’art. 3 della L. n. 54/2006 è perseguibile d’ufficio e ha natura permanente se commesso ai danni di minori di anni diciotto.

Nel caso di specie il Tribunale di primo grado aveva dichiarato di non doversi procedere nei confronti dell’imputato, padre di tre figli minorenni, per essersi sottratto per oltre sei mesi al pagamento del loro mantenimento, come disposto in sede di separazione perché il reato era da ritenersi estinto per intervenuta remissione di querela.

Ebbene, l’intervenuta remissione di querela non consente di dichiarare il non doversi procedere giacché il reato previsto dall’art. 3 della L. n. 54/2006) è reato perseguibile d’ufficio e ha natura permanente.

PER RICEVERE ULTERIORI INFORMAZIONI O CONSULENZA ED ASSISTENZA LEGALE IN MERITO ALL’ARGOMENTO TRATTATO CONTATTARE francescapileggi@curtistudiolegale.it .

Leave a comment